Ricostruzione della casa comunale crollata. L’architetto Marco Lombardi: “Si alla ricostruzione, ma il salotto buono deve essere rilanciato con qualcosa di importante e avveniristico”

MADDALONI- Che fare della casa comunale crollata? Ormai, la perizia del Ctu è conclusa e si attendo le indicazioni sul merito dello schianto strutturale. E’ l’ora di decidere su cosa fare subito dopo. Ne parliamo con l’architetto Marco Lombardi, rappresentante di Maddaloni E’ Green nell’Ufficio di Piano.

Sono maturi i tempi per deliberare sul destino della casa comunale crollata. Come si posiziona tra chi vorrebbe abbatterla e trasformarla in una grande Agorà cittadina e chi invece completare l’immobile?

I tempi delle “Grandi piazze” sono tramontati, gli sventramenti funzionali alle grandiosità dei regimi, hanno fatto il loro tempo anche nelle grandi città, dove l’horror vacui dei grandi spazi risulta un problema. Maddaloni ha decisamente bisogno di altro. Le città contemporanee sono policentriche e lo sta diventando anche la nostra. Inoltre, la conservazione del post tracciato di via Capillo a ridosso del Sedile é cosa molto preziosa in una visione di una urbanistica sedimentata. Il palazzo comunale deve essere completato! La sua funzione legata alla presenza del pubblico contribuirà fortemente alla rivitalizzazione del centro cittadino

La riqualificazione funzionale a quali criteri dovrebbe ispirarsi?

È ben chiaro però che il progetto di sostituzione edilizia di una parte della Casa comunale non ha tenuto molto conto della parte più antica di essa. In gergo tecnico possiamo dire che “Non dialogano”. La parte aggiuntiva dovrebbe offrire spazi architettonici a supporto e a completamento della parte più datata. In definitiva, non dobbiamo correre il rischio di sostituire un fabbricato architettonicamente anonimo con uno altrettanto anonimo. Il risultato finale deve essere “di carattere.

In che modo si potrebbero valorizzare le vestigia dell’antica Università di Maddaloni?

Il salotto buono della città deve avete essere rilanciato con qualcosa di “grande” inteso come importante, avveniristico

Crede che un concorso di idee sia utile?
E’ ben chiaro.