Rapina con coltello: arrestato un 23enne maddalonese

Nella giornata di ieri 12.02.2019, in Maddaloni (CE), i Carabinieri della Stazione di San Prisco
hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di
Santa Maria Capua Vetere (CE), su conforme richiesta di questa Procura, nei confronti di MANDATO
Rosario {ci ’95), gravemente indiziato dei reati di rapina aggravata (art. 628 I e IH co. ». / c.p.) e tentata
rapina aggravata (arti.. 56, 6281 e III co. n. I c.p.).
Il provvedimento è stato emesso l’esito dell’attività investigativa diretta da questa Procura e condotta
dal predetto Reparto dell’Arma a seguito della rapina perpetrata, nel dicembre 2017, lungo la via Martiri di
Nassirya nel Comune di Casapulla (CE) nei confronti di un automobilista.
In particolare la vittima denunciava che mentre era a bordo della propria autovettura fermo sul lato
della strada intento a conversare con una sua conoscente, veniva minacciato da un giovane – successivamente
identificato in Mandato Rosario – armato di coltello del tipo a serramanico giunto a bordo di un’altra
autovettura, che dietro minaccia dell’arma si impossessava della borsa a tracolla in suo uso – contenente
documenti personali, telefono cellulare e somma contante di euro 70,00 — per, poi, tentare di appropriarsi
dello stesso bene, in possesso della sua conoscente-
Decisivo, ai fini dell’identificazione dell’indagato, il riconoscimento fotografico operato da entrambe
le persone offese, corroborato dagli opportuni riscontri investigativi.
Il G.I.P., concordando con la richiesta di misura coercitiva avanzata da quest’Ufficio anche per
quanto riguarda la sussistenza di concrete ed attuali esigenze cautelari, ha disposto per il predetto indagato la
misura cautelare degli arresti domiciliari.