“Programma Scuola Viva” per sindaci e consiglieri under 35. Il progetto CIVES nelle scuole per combattere l’antipolitica nelle nuove generazioni

NAPOLI- (di Elio Bove) L’ Associazione Nazionale Comuni d’Italia della Campania ha ideato il progetto “CIVES”, volto a favorire la diffusione dell’idea della Politica come funzione sociale insostituibile, finalizzata alla realizzazione del bene comune e a combattere l’antipolitica nelle nuove generazioni.Il progetto intende sostenere la partecipazione dei giovani alla vita delle istituzioni locali e incrementare il protagonismo dei giovanissimi nella vita politica della propria comunità locale attraverso il “Programma Scuola Viva – Azioni di accompagnamento”. L’ ANCI Campania avvia così una selezione riservata a giovani amministratori locali (sindaci, vicesindaci, assessori e consiglieri comunali), per sviluppare un programma il cui fine è rafforzare nei giovani la cultura dell’impegno civico come dovere e dell’attività pubblica come servizio.I giovani selezionati parteciperanno a 3 Civic Training Days organizzati da Anci Campania e dovranno successivamente impegnarsi, attraverso incontri pianificati negli istituti scolastici, a diffondere nelle giovani generazioni una visione positiva dell’impegno nell’amministrazione della cosa pubblica, rendendo noti i compiti e le responsabilità delle istituzioni locali e diffondendo il senso ed il bisogno di sana amministrazione, di perseguimento e conservazione dello stato di legalità.I Civic Training Days sono concepiti come momenti di pratica della cultura democratica dove svolgere esercizi di impegno civico e corrispondono adincontri tra studenti di un istituto di studi superiori nei territori dei Comuni interessati dal progetto e/o limitrofi e un giovane amministratore: il vector. Si intende così costruire un coinvolgimento degli studenti attraverso la conoscenza dell’istituzione locale, dei suoi compiti e delle sue responsabilità. Agli studenti verrà sottoposto un questionario sulla fiducia che essi ripongono nell’istituzione comunale. Successivamente si procederà ad informarli sul ruolo del Comune, sui suoi compiti istituzionali, sul suo funzionamento e sulla sua organizzazione. Verranno poi divulgati i contenuti di delibere comunali di particolare interesse approvate o in corso di discussione. Agli studenti sarà infine chiesto di elaborare un panel di proposte da sottoporre al comune, di discuterle e di votarle all’interno della classe.La prima delle scadenze per la presentazione della candidatura alla costituzione delle prime classi da 30 allievi è fissata per il 17 giugno 2019.