“Ponte Vapore”, partite le procedure di sostituzione. Permangono i disagi causati dai Tir che, non rispettando i divieti, restano intrappolati nelle barriere

MADDALONI- Che fare con i Tir che continuano a imbottigliarsi presso il “Ponte Vapore”? Poichè le procedure di abbattimento e sostituzione sono partite, che fare con i camionisti in trappola? Accade tutti i giorni e a tutte le ore. Nell’attesa del nuovo del “Ponte Vapore” si indicano i “Giochi senza barriere” aperti ai camionisti impegnati nell’attraversamento vitato della restrizione del ponte. E’ un corso di bravura, tra chi riesce a passare, senza danneggiare, senza bestemmiare e senza fare manovre supplementari. Poichè i transiti vietati sono sostenuti e frequenti c’è tutto il tempo per allenarsi. Al cospetto di cotanta caparbietà di chi guida i bisonti della strada, che per evitare un centinaio di metri in più va a bloccarsi sulle barriere, è il caso di avviare un concorso per “camionisti allergici al codice della strada”. Tre sono le categorie: “camionista cazzimmoso” (passa sempre e comunque fregandone dei divieti); “camionista timoroso” (rallenta per evitare di rigare il veicolo) e “camionista furbo” (che attraversa impiegando la carreggiata opposta). Secondo i primi rilevamenti, c’è molto da lavorare. Per esempio, sono ancora tanti i camionisti che rinunciano ad attraversare (come in foto) per evitare danneggiamenti. Quelli che fanno inversione di marcia e quelli che addirittura rispettano il divieto di transito e si immettono su via Calabricito. Per questi ultimi, sarebbe opportuno procedere al ritiro della patente. Ma come sei camionista e non partecipi ai “Giochi senza barriere”? Ma come sei camionista e rispetti i divieti di transito? Ma come sei camionista e ti sottrai al confronto, ad alto machismo e fortemente virile, tra chi infrange in contemporanea il più alto numero di divieti mettendo a rischio la propria, l’altrui incolumità e pure di chi viaggia a bordo dei treni (che transitano sotto il Ponte)?