Mercato ortofrutticolo, “fuorilegge” il comune e gli operatori. Angelo Tenneriello (Maddaloni Positiva): “Inapplicate le direttive del nuovo regolamento. Mancano i controlli”



MADDALONI- La “questione mercato ortofrutticolo” è tutta aperta. E non bastano quattro cartoni incendiati, le solite polemiche d’occasione, le passerelle o gli appelli, per far ritornare tutto alla normalità. Se esistono le condizioni per atti ispettivi, esistono già anche le condizioni per atti sanzionatori severi.

Angelo Tenneriello

A lanciar le accuse e il guanto di sfida è il consigliere comunale Angelo Tenneriello (Maddaloni Positiva).

Che fare dopo l’incendio che secondo alcuni sarebbe stato maxi e minino secondo altri?

Non invoco ispezioni dei Nas (che già hanno lasciato il segno sulla struttura) ma semplicemente l’applicazione e il rispetto del regolamento licenziato appena tre mesi fa dopo un lungo lavoro in commissione. Non tutti sanno che le nuove norme prevedono due obblighi molto chiari: quello di vigilanza da parte dell’amministrazione comunale e soprattutto dei funzionari (che non mi sembra che brillino nel pretendere il rispetto delle regole) e sanzioni a carico di trasgredisce queste regole. E’ evidente, visto lo stato di degrado della struttura, che si sono materializzate entrambe le condizioni.

Ma che prevede il nuovo regolamento?

Sanzioni chiare e nette per gli operatori che non fanno la raccolta differenziata in quella struttura. Ma non stiamo parlando di una raccolta differenziata qualsiasi: il regolamento impone che sia fatta una differenziata ottimale. E’ evidente che non c’è nè la differenziata e nemmeno la differenziata ottimale. Questo imporrebbe da subito verifiche amministrative sanzioni certe.

Insomma, sia il comune e che gli operatori finiscono dietro la lavagna?

Si perchè i trasgressori, di nuova e vecchia data, andrebbero sanzionati o persino esclusi. Ma al mercato ortofrutticolo mancano i controlli. Ecco mi chiedo: chi degli operatori non è in regola. Ma chiedo pure: i controlli vengono fatti e chi li dovrebbe fare? il regolamento parla chiaro: chi non paga i canoni di locazione deve essere sanzionato. E ancora non ci siamo. Aggiungo inoltre, che il regolamento (che contempla anche le carenze della struttura) stigmatizza ancora un’altra cattiva abitudine: quella di accendere i fuochi all’interno della struttura (soprattutto d’inverno) per riscaldarsi. E’ vietatissimo. Tutte queste cose prevedono l’esclusione. Così non si può andare avanti.