Maddalonese fuori dalla Coppa. Rigori Fatali

La Maddalonese dice addio alla Coppa Campania dopo una partita senza respiro, combattuta, tirata, ricca di colpi di scena, di capovolgimenti di fronte e di proteste, con le due formazioni che hanno dimostrato per tutti i novanta minuti di voler fortemente tagliare il traguardo della qualificazione. Occasioni mancate, pali, traverse ed espulsioni per un mercoledì di Coppa ad alta tensione. Ai quarti va l’Acerrana ormai squadra terribile della manifestazione che con caparbietà e bel gioco ha estromesso dalla Coppa Real Aversa prima e Maddalonese dopo. La prima e la seconda classificata del girone A di Promozione si inchinano ai ragazzi di mister Curcio che nella sfida del “De Cicco” di Sant’Anastasia sono stati bravi a non crollare sotto il profilopsicologico dopo aver subito il pareggio a nove minuti dalla fine. Si partiva dal 2-1 dell’andata per Barletta e compagni con l’Acerrana che manda in campo dal primo minuto Sais, Incoronato, Zobel e Miraglia. Titolarissimi anche per mister Portone che schiera, oltre a Sodano, anche la collaudata coppia Diana-Toscano. Prima mezz’ora con le squadre che spingono il piede sull’acceleratore senza fare particolari calcoli. Va in scena il “Festival del Legno” con Incoronato che colleziona un palo e una traversa e il montante che nega la rete a Toscano. Al 33’ Acerrana in vantaggio con Miraglia che sfrutta alla perfezione la torre di Incoronato su calcio d’angolo. I padroni di casa volano sulle ali dell’entusiasmo e sfiorano il raddoppio sul finire del tempo. La ripresa si apre con la Maddalonese in stato di assedio alla porta di D’Inverno. Pari sfiorato con Parente che non riesce a spingere in porta da pochi passi. Dopo pochi minuti doppia ammonizione per De Domenico che lascia in dieci i suoi compagni. Al 70’ un rigore netto negato alla Maddalonese per fallo di mano in area su azione propositiva di Barletta. Dopo il danno la beffa con il cartellino rosso sventolato a Verdicchio per proteste. In nove uomini i granata maddalonesi trovano la forza per trovare il pareggio al minuto 81. Mischia in area dopo un calcio piazzato, Toscano lascia partire un tiro che si stampa sul palo, trovando Pingue pronto a ribadire in porta. Sembrava essere il gol qualificazione che chiude i giochi ma, l’Acerrana non demorde e durante gli ultimi giri di lancetta costruisce la sua impresa. Al 91’ il gioiellino di casa, Michele De Luca (classe 2002), trova il jolly su punizione: palla nel sette e conti azzerati. Nel recupero i localisfiorano il clamoroso tris prima della lotteria dei rigori dove l’Acerrana diventa implacabile. De Luca, Pellecchia, Miraglia, Sais e Pezzella fanno en plein, mentre la Maddalonese si ferma ancora al palo colpito da Parente al terzo rigore. Acerrana ai quarti, dischetto amaro per la Maddalonese che rimpiangerà le tante occasioni fallite nella gara di andata.

error: Non si copia!!!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: