Lavoro minuzioso dei Vigili urbani contro l’abusivismo edilizio: quasi due sanzioni al giorno in un anno

MADDALONI- I vigili urbani ci sono e si vedono. Spesso ci si lamenta della non visibilità sul territorio. Ma a leggere i dati della lotta all’abusivismo edilizio è vero l’esatto opposto Il «Settore di Polizia Edilizia» dei Vigili Urbani ha comminato quasi 500 atti sanzionatori. In media, sul territorio, sono stati rilevati e documentati poco meno di due abusi al giorno in un anno. Un’azione di controllo che ha prodotto quasi 100 informative di reato trasmesse in Procura. Le cifre parlano chiaro: si commettono soprattutto reati come più sofisticati: al posto degli edifici spuntati dal nulla, rilevati (per la quasi totalità) il cambio illegale della destinazione d’uso di immobili preesistenti. Al posto delle volumetrie tecniche (ripostigli, depositi, terrazze, steditoi, sottotetti) spuntano zone residenziali del tutto assimilabili a civili abitazioni. Oltre 200 i verbali elevati per violazione delle norme edili, comprensivi di quelli di sequestro e di constatazione degli abusi. Scoperchiato il «Far west dei rimessaggi di Tir». Sigilli e non solo imposti su depositi, adibiti complessivamente al rimessaggio di un centinaio di Tir. Tutti realizzati su terreni agricoli pertanto in difformità alle normative nazionali e soprattutto alle direttive del Piano regolatore generale.