La “Carta dei Valori”, Cortese (Alleanza Civica) illustra i punti cardini del redigendo programma elettorale 

Si è svolto questa mattina presso l’ “Anthony Café” l’incontro tra il candidato Sindaco Bruno Cortese con la stampa.
All’ordine del giorno la presentazione de “La Carta dei Valori”, un documento scritto dal candidato Sindaco in collaborazione con i rappresentanti delle liste che compongono la coalizione a suo sostegno.
Cortese ha illustrato ai giornalisti presenti e ad una folta rappresentanza della società civile le sue idee che passano attraverso i valori fondamentali attraverso i quali dar vita un incisivo piano d’azione per la città riportando alla luce la necessità di rendere all’ombra delle due torri una Politica con la P maiuscola che sia fondata sui valori fondamentali che costituiscono l’identità primaria in un contesto che è stato caratterizzato dalla cronaca e da interventi della magistratura.
“Bisogna possedere l’ambizione di essere sintesi e garanzia degli interessi della comunità. – afferma Cortese – E’ necessario pertanto riportare l’indirizzo dell’azione di governo entro una cornice di valori fondamentali, nei quale ritrovarsi.”
Non solo la questione etica e morale, ma anche uno sguardo concreto su alcuni aspetti trattati con il solito approccio pragmatico e lungimirante con la progettualità del fare.
Per quel che concerne l’attività elettorale, Cortese annuncia l’iniziativa del “Un caffè con i Sindaco”, “Saremo in ogni casa, in ogni quartiere ad ascoltare a conoscere, comprendere. Inizieremo il nostro viaggio a Maddaloni fin da subito” dichiara Cortese.
Tra le domande poste dai giornalisti, immancabilmente si è avuto modo di discutere della crisi economica che sta attraverso il Villaggio dei Ragazzi
“Il Villaggio dei Ragazzi – ribadisce il candidato Sindaco – è un polo di formazione importante per la città. E’ necessario però non solo rinconfigurare un modello di gestione sostenibile ma soprattutto creare una serie di collegamenti affinché il mondo delle imprese, dell’artigianato sia collegato al Villaggio in modo da offrire ai ragazzi un percorso formativo completo che dia immediati sbocchi lavorativi e possa evitare la fuga di giovani che il nostro territorio sta drammaticamente registrando.”
Inline
Inline