Convitto, mobilitazione per salvare il salone monumentale. Antonio Del Monaco (M5S): “Ritardi burocratici inconcepibili e non più sostenibili”

MADDALONI- La tutela di uno dei monumenti più prestigiosi del territorio è ostaggio della burocrazia. Incredibile ma vero. Il pavimento del salone monumentale del Convitto nazionale rischia di saltare. Ma da tre mesi, nonostante tutti gli atti, non è è successo nulla Ieri, c’è stata una ispezione dell’on. Antonio Del Monaco (M5S).

on. Antonio Del Monaco

On. Del Monaco il disancoramento del pavimento in cotto continua. E pure la mancanza di risposte. Si attende che centinaia di metri quadrati saltano tutti?

Ieri mattina, ho fatto un sopralluogo. E’ vero la situazione è inquietante: più giorni passano e più porzioni si staccano, metro quadrato dopo metri quadrati.

Ed è tollerabile?

Ho potuto appurare che il Convitto nazionale ha già, da tempo, completato tutte le istruttore necessarie per un intervento di ripristino urgente.

E non è bastato?

Purtroppo no, Mancano pareri anche i vincolanti della Soprintendenza, sebbene la scuola abbia la disponibilità finanziaria per sostenere l’intervento.

Ma di questo passo non serve un intervento di ripristino. Si arriverà ad una spesa enorme per il rifacimento…

E’ quello che ho, in altro modi, detto e sottolineato alle autorità competenti sollecitandole alla mobilitazione.

E ci sarà la mobilitazione?

Da interlocuzione personale con il soprintendente Buonomo è stato avviato un procedimento urgente per sbloccare tutte le procedure necessarie per l’intervento.

Insomma, si dovrebbe intervenire nei prossimi giorni?

Non si dovrebbe, ma si deve. Vigiliamo e interverremo se questa attesa assurda dovesse ancora procrastinarsi.