Cementir e Interporto, Razzano dalla parte delle maestranze: il lavoro non si tocca

«Il lavoro è un diritto inalienabile che deve essere garantito a tutti, per questa ragione come amministrazione, sfruttando il sostegno dei livelli istituzionali, oltre ad impegnarci per costruire nuova occupazione, ci attiveremo affinché vengano preservati i livelli attuali». A sostenerlo con forza è il candidato sindaco del centrosinistra Giuseppe Razzano che esprime la propria vicinanza e la propria solidarietà ai lavoratori di Cementir ed interporto. «Proprio con questi ultimi abbiamo avuto un incontro con i consiglieri regionali e il presidente De Luca in occasione della sua visita a Maddaloni – ha dichiarato Razzano – è necessario aprire un confronto serio con le aziende in cui si vada a discutere oltre che dei livelli occupazionali anche delle loro prospettive future sul territorio. Solo pianificando con loro le attività sarà possibile parallelamente dare stabilità alle maestranze». L’occupazione è un punto fermo nell’agenda politica del centrosinistra che ha in mente di attivare una serie di iniziative anche rivolte all’inserimento dei giovani. «L’alternanza scuola-lavoro con i vari progetti formativi rappresenta uno strumento importante in tale direzione – ha spiegato – ed è per questo che ci impegneremo per far attivare queste convenzioni per creare spazi per i nostri ragazzi».

Inline
Inline